SITOX
Società Italiana di Tossicologia
Via Giovanni Pascoli, 3
20129, Milano
C.F. 96330980580
P.I. 06792491000
T. 02-29520311
sitox@segr.it
iso-9001
contattaci

Blog

Il Blog della Società Italiana di Tossicologia (SITOX) è dedicato sia ai Soci della Società che ai cittadini tutti, indipendentemente dal grado di competenza nelle materie tecnico-scientifiche. In questo blog si ritroveranno informazioni aggiornate, indipendenti e certificate relative a stili di vita, alimentazione, ambiente, ed impatto sulla salute della popolazione delle sostanze a cui è esposta.

Tutti i contenuti pubblicati sono frutto della collaborazione dei membri del gruppo Comunicazione della SITOX con Esperti selezionati in base alla tematica da affrontare.

14 luglio 2021 - Integratori, nutraceutici e cosmetici
p-la-storia-della-cos

Cosmetici e sicurezza: dalla tradizione antica alla cosmesi moderna

La storia della cosmesi (dal greco kósmesis, “mettere in ordine”) ha radici molto antiche. Sin dalla preistoria l’essere umano usava ornare il viso e il corpo a scopi rituali o simbolici. È con gli Egizi però che la cura della persona comincia ad evolversi diventando una vera e propria cultura. Gli Egizi truccavano gli occhi con il kajal (una polvere composta principalmente di galena, malachite e antimonio), mentre per colorare il viso usavano l’ocra rossa.

In tutti i popoli antichi la cosmesi è stata una pratica largamente diffusa e non sempre priva di rischi per la salute perché i prodotti usati per il make-up erano spesso a base di sostanze pericolose: ad esempio il kajal usato dagli egizi era un composto contenente polvere di piombo, oppure gli antichi romani e greci usavano cosmetici a base di mercurio. Nel contesto della cultura rinascimentale invece, era diffuso l'impiego cosmetico di Atropa Belladonna, oggi ben caratterizzata per la sua tossicità, ma un tempo ricercata per l'induzione di midriasi per effetto dell'atropina, in grado di conferire una dilatazione delle pupille particolarmente apprezzata a livello estetico.

Come vedremo in questi post dedicati ai cosmetici, oggi l’impegno dell’industria cosmetica e delle autorità competenti è rivolto a garantire la sicurezza dei prodotti cosmetici e a tutelare la salute delle persone.

 

Cosa è un cosmetico?

Secondo il Regolamento (CE) 1223/2009, i prodotti cosmetici sono «qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei».

I prodotti cosmetici non hanno finalità terapeutica e non possono vantare attività terapeutiche. Difatti, il cosmetico, a differenza del farmaco per uso topico, non interviene direttamente sulle malattie ma mantiene in buono stato, protegge, pulisce e profuma le zone su cui è applicato.

I cosmetici rappresentano una categoria estremamente eterogenea di prodotti di largo consumo e sono un elemento insostituibile nella nostra vita quotidiana. Esattamente come altri prodotti di largo consumo (farmaci ed alimenti) anche i cosmetici sono sottoposti a una serie di valutazioni e controlli, nell’ambito di una normativa specifica che ha come obiettivo principale la tutela della salute dei consumatori, attraverso l’immissione in commercio di prodotti controllati e sicuri.

 

Cosmetici: cosa dice la legge

La normativa di riferimento per i cosmetici è il Regolamento (CE) 1223/2009, noto come Regolamento Cosmetici. Esso sostituisce la Direttiva 76/768/CEE, con lo scopo di armonizzare le disposizioni già esistenti in materia e rafforzare e chiarire le attuali norme sulla sicurezza dei cosmetici tenendo conto dei progressi e dei cambiamenti avvenuti nel settore.

L’attuale Regolamento disciplina, in particolare, gli aspetti relativi alle buone pratiche di fabbricazione, alla composizione dei prodotti cosmetici, alla presentazione (etichettatura e confezionamento), alla valutazione della sicurezza, alla sperimentazione animale, alle informazioni sugli effetti indesiderati e agli adempimenti necessari per la immissione sul mercato.

Il Regolamento, come le normative precedenti, prevede una serie di disposizioni specifiche sulla sicurezza dei prodotti cosmetici, considerata uno dei temi principali di tutta la legge. In particolare, stabilisce che i prodotti cosmetici messi a disposizione sul mercato debbano essere sicuri per la salute umana se utilizzati in condizioni d’uso normali o ragionevolmente prevedibili.

Inoltre, stabilisce quali informazioni debbano essere riportate nella relazione sulla sicurezza del prodotto cosmetico che la Persona Responsabile dell’immissione sul mercato del prodotto deve presentare all’Autorità Competente. Queste informazioni riguardano sia le caratteristiche del prodotto e delle sostanze in esso contenute che una valutazione che dimostri l’uso sicuro del prodotto nelle normali condizioni di utilizzo. Pertanto, la valutazione dei rischi connessi all’uso sicuro dei prodotti cosmetici riveste un ruolo importante nell’applicazione dei principi stabiliti dal Regolamento.

Infine, la normativa sui cosmetici stabilisce che i cosmetici possono essere immessi sul mercato soltanto se il contenitore del prodotto e, se presente, l’imballaggio secondario riportano alcune indicazioni obbligatorie: l’elenco degli ingredienti (che comprende anche le eventuali indicazioni delle sostanze identificate come possibili allergizzanti), la data di durata minima, il cosiddetto PAO (periodo post-apertura) e le avvertenze previste dalla legge.

L’informazione al consumatore è uno strumento validissimo per la tutela della salute del consumatore e l’etichetta è importante perché contiene tutte le informazioni relative al prodotto. Rimane una responsabilità però anche del consumatore leggere sempre con attenzione e rispettare le avvertenze e le istruzioni d’uso, fornite in etichetta.

 

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/

https://ec.europa.eu/health/sites/default/

https://www.sciencedirect.com/science/article

 

 

Invia un messaggio a SITOX
Riceveremo il tuo messaggio e la segreteria ti ricontatterà il prima possibile.


SITOX | Società Italiana di Tossicologia
Via Giovanni Pascoli, 3 - 20129 Milano | Tel: 02-29520311 | Email: sitox@segr.it